L’Hotel Caimmari è centrale per raggiungere i siti più caratteristici della Sicilia orientale come Ortigia (Siracusa), Siracusa, Noto, Ragusa, Caltagirone, Ispica.

GLI ITINERARI

La città di Siracusa offre innumerevoli siti di natura storico-culturale dall’età greca al contemporaneo.

Il luogo più visitato della città è l’isola di Ortigia che fu il primo insediamento dei greci e che contiene al suo interno i resti di tre templi; il più importante, dedicato a Minerva, inglobato nel Duomo della omonima magnifica piazza.

Nelle vicinanze di Piazza Duomo, a lato dello specchio del Porto Grande, vi è una sorgente di acqua dolce legata al mito di Alfeo ed Aretusa ove i papiri, unico luogo in occidente in cui compaiono.

Ortigia è conosciuta in tutto il mondo per lo splendore dello stile barocco che l’ha resa patrimonio dell’Unesco. Altri straordinari reperti greci sono il Teatro, l’Ara di Ierone e l’Anfiteatro Romano situati a Nord di Ortigia nel Parco Archeologico della Neapolis. Il Teatro ospita ogni anno da Maggio a Luglio le rappresentazioni di tragedie e commedie del periodo greco classico.
Tali strutture sono situate nello straordinario ambiente delle latomie (antiche cave di pietra di età greca ) delle quali fa parte l’orecchio di Dionisio, così chiamato dal Caravaggio.

Ad Ortigia è anche possibile ammirare il seppellimento di Santa Lucia del Caravaggio situato nell’omonima chiesa in Piazza Duomo.

Un prezioso reperto è rappresentato dal Castello Eurialo e dalle mura Dionigiane lunghe 24 kilometri che il tiranno di Siracusa fece erigere in 60 giorni a difesa della città dall’assedio dei Cartaginesi.

Passeggiare per Ortigia rappresenta un’esperienza unica in quanto all’osservatore attento non sfuggono le costruzioni medievali incluse nelle abitazioni più tarde d’epoca rinascimentale e barocca. Nel quartiere ebraico denominato la Giudecca vi sono i resti della Sinagoga (chiesa sconsacrata di San Giovannello) e il Miqweh (bagno rituale di purificazione) meglio conservato dell’occidente, oggetto di studi e ricerche da parte dei più accreditati studiosi dell’ebraismo.

Essenziale dedicare tempo alla visita del Museo Paolo Orsi nel quale sono raccolti straordinari reperti della civiltà greco-latina ivi compresa la celebre Venere Anadiomede ammirata da tutti i visitatori del Grand Tour.

IL MARE

A pochi kilometri dalla struttura si trovano anche le scogliere della Riserva Marina Protetta del Plemmirio apicco sul mare e le meravigliose spiagge dell’Arenella e di Fontane Bianche.

Le spiagge vicine alla struttura sono molto note per il colore cristallino dell’acqua che viene valorizzato ancor di più dalla sabbia bianca. E’ possibile usufruirne liberamente o scegliere di utilizzare i servizi a pagamento.

Anche l’Area Marina Protetta ha angoli di scogli meravigliosi in cui si pratica lo snorkelling e immersioni organizzate da operatori locali. La riserva prevede anche accessi per i diversamente abili e sentieri per chi vuole godere della natura incontaminata e del meraviglioso del faro alla penisola Maddalena.
Inoltre, nel vicino porticciolo di Ognina si noleggiano barche si possonoe fare corsi di vela e sub.

Questo sito utilizza i cookies. Utilizzando i nostri servizi, l'utente accetta le nostre modalità d'uso dei cookie. Ulteriori informazioni OK